30 November 2020 -
E’ appena terminato il Black Friday e ci troviamo a fare i primi resoconti in vista dell’imminente Natale. I dati non lasciano dubbi: Le limitazioni agli acquisti nei negozi tradizionali dettati dalle normative di prevenzione Covid-19 hanno avuto un impatto positivo per il mercato online sia sulla domanda che sull’offerta:
  • da un lato i consumatori usano l’eCommerce con più fiducia anche per lo shopping in generale;
  • dall’altro i retailer hanno affinato le vendite online con servizi più performanti e maturi
Un esempio lo sono state le giornate di promozioni speciali del mese di novembre: I merchant hanno unito al tradizionale Black Friday, giornate speciali dedicate allo shopping a prezzi scontati – dal Singles’ Day (11 novembre) a Cyber Monday (30 novembre), con promozioni che hanno avuto una durata più lunga, di intere settimane se non addirittura dell’intero mese. Il settore merceologico più lungimirante si è dimostrato essere quello dell’elettronica e dell’informatica, dove tutti i principali merchant hanno spinto alcune promozioni speciali già a partire dal 1° Novembre. Allungare le promozioni, oltre ad aumentare le occasioni di business, permette di spalmare gli acquisti, e di conseguenza la distribuzione dei prodotti, su un periodo che evita il sovraccarico e la congestione della rete logistica e distributiva in prossimità del Natale Le stime dell’Osservatorio eCommerce B2C di Netcomm rilevano per il solo mercato italiano un aumento del +15% rispetto al 2019 nel periodo tra il 27 e il 30 novembre (Black Friday/Cyber Monday), con un fatturato giornaliero di 6-8 volte superiore rispetto alla media standard. Nonostante la crescita percentile sia considerevole, non si supera il trend del 2018 (+20%) soprattutto a causa della contrazione dei consumi in ambito turistico, dai viaggi agli eventi in genere. Di certo questo 2020 però è l’anno della presa di coscienza dei retailer tradizionali ad accelerare la svolta al mercato online: Lo studio evidenza come la spesa online di prodotto crescerà di 5,5 miliardi di euro rispetto al 2019 (la crescita precedente era di +3 miliardi) grazie soprattutto al contributo di
  • Food&Grocery (+1,1 miliardo),
  • Informatica ed elettronica (+ 1 miliardo)
  • Abbigliamento (+0,7 miliardi).
Una crescita dei negozi tradizionali che rende più accettabile il freno dei consumi causato dalla pandemia che registrano un +43% rispetto alle aziende che operano esclusivamente nel mercato online (+27%). In Italia insomma possiamo dire che l’ ecommerce per il Natale 2020 sarà una delle modalità di acquisto preferite, è quindi assolutamente indispensabile pensare ad una logistica performante, capace cioè di gestire in sicurezza un flusso eCommerce sempre più numeroso ed esigente. Se vuoi sapere come migliorare le tue performance, contattaci